sabato 24 maggio 2014

CUCINA A INDUZIONE IN CRESCITA



Cresce in Italia la cucina a induzione, merito anche della tv
Pratica, tecnologica, bella da vedere, è stata sdoganata dagli chef televisivi e convince sempre più italiani. Nell’hub Whirlpool di Cassinetta di Biandronno (VA) si studia come soddisfare la domanda dei consumatori: «Un occhio al risparmio energetico, uno all’estetica e alla usability»

Potere della televisione. Capace fin dalla sua nascita di condizionare il costume e le abitudini degli italiani, adesso ci è riuscita anche laddove la tradizione è più forte, cioè in cucina, nel focolare domestico. Focolare in cui la fiamma è sempre più sostituita da una tecnologia, quella dell’induzione elettromagnetica, sdoganata dal successo dei cuochi televisivi, ripresi dalle telecamere in contesti sempre più scenografici e hi-tech, dominati da piastre nere e lisce su cui anche la preparazione più complicata sembra semplicissima. «Anche se il motivo per cui in tv si usano i fornelli a induzione è prettamente tecnico e di sicurezza, non essendo permesso negli studi l’uso di fiamme libere –spiega Gabriele Garella, Senior Product Manager di Whirlpool EMEA– è un dato di fatto che la cucina a induzione stia conquistando gli italiani che vogliono sentirsi sempre più dei “masterchef” in versione casalinga. E non solo per una questione estetica, ma anche perché le piastre e i forni a induzione consentono di replicare a casa una varietà di preparazioni complesse, con prestazioni da alta cucina. A questo si aggiungono la sicurezza legata all’assenza di fiamme e gas e la facilità di pulizia, caratteristiche sempre più richieste dai consumatori».

In Italia i piani cottura a induzione sono percepiti ancora come una novità, mentre all’estero, dove il costo dell’energia elettrica è minore ed è meno diffuso l’uso del gas per cucinare, sono una realtà consolidata da più di vent’anni. L’elevato consumo energetico è sempre stato il principale ostacolo alla diffusione delle piastre a induzione nel nostro Paese, ma anche questo sta cambiando, spiega ancora Garella: «Oggi i sistemi di power management dei piani a induzione permettono l’utilizzo in tutte le case italiane. Inoltre, dal punto di vista dell’efficienza energetica un piano a induzione ha prestazioni superiori rispetto alle altre tipologie di fornelli, poiché la dispersione è minima. Il rendimento di un piano cottura a induzione infatti è del 90%, rispetto al 52% del gas e al 65% del radiante». Anche il controllo che si ha sul calore è di gran lunga migliore: i cibi raggiungono più rapidamente la temperatura desiderata e questa poi si mantiene costante, consentendo per esempio di effettuare direttamente sul piano delle operazioni che normalmente si realizzano a bagnomaria. Il piano cottura, inoltre, è abbinato al sistema di sensoristica 6° Senso Whirlpool che permette un controllo preciso e completo in ogni fase della preparazione, prosegue Garella: «Si può utilizzare l’intera area del piano cottura per una varietà di preparazioni contemporaneamente, con intensità diverse a seconda della funzione che si desidera, ad esempio la bollitura, ed è l’elettrodomestico ad “accorgersi” se una pentola è stata spostata e se serve più o meno calore in quel punto. Appena il piano cottura si accende, anche la cappa si aziona in automatico, alla minima intensità». Infine non bisogna dimenticare che i piani cottura a induzione garantiscono più sicurezza in alcune situazioni comuni in cucina: dimenticarsi il pentolino del latte o lasciare un tegame vuoto sul piano acceso non è più un problema, perché nel primo caso la piastra riduce automaticamente la potenza a un livello di sobbollitura e nel secondo, rilevata un’anomalia, l’erogazione di potenza si interrompe.

Prima fra tutte le case produttrici di elettrodomestici, Whirlpool ha portato la tecnologia a induzione anche nel forno. Il forno a induzione 6° Senso è stato sviluppato proprio dal team di Biandronno ed è arrivato sul mercato nel 2013 dopo una ricerca durata circa 5 anni.
I vantaggi riguardano sia la qualità delle preparazioni, sia il risparmio: «Con il forno a induzione –spiega sempre Gabriele Garella– si può risparmiare fino al 50% di tempo ed energia rispetto ad un forno tradizionale. Il ripiano a induzione inserito nel forno riscalda direttamente la teglia, senza la necessità di riscaldare l’intera cavità. Il forno offre anche la possibilità di cuocere in maniera tradizionale fino a tre differenti tipologie di pietanze, senza che gli aromi si mescolino. Infine, grazie alla tecnologia 6° Senso basta selezionare la ricetta preferita e vengono regolati automaticamente modi e tempi di cottura per garantire i migliori risultati con consumi ridotti». 

In futuro la connettività semplificherà ancora di più la vita in cucina, consentendo un controllo a distanza delle funzioni e dello stato degli elettrodomestici. La tecnologia 6° Senso Live Technology che Whirlpool sta sviluppando consentirà, per esempio, di programmare a distanza, in automatico, le funzioni di cottura e di ricevere alert sui propri dispositivi mobili nel momento in cui la preparazione è terminata. Con una chicca per i foodies: tramite l’app si condivideranno con tutta la community Whirlpool foto e parametri di preparazione delle proprie ricette migliori.

Whirlpool Europa, Medio Oriente e Africa
Con circa 10.000 dipendenti, una presenza sui mercati di oltre 30 paesi in Europa, Medio Oriente e Africa, e siti produttivi in sette paesi, Whirlpool Europe, Middle East & Africa (EMEA) è una società interamente controllata da Whirlpool Corporation, l’azienda leader a livello mondiale nella produzione e commercializzazione di grandi elettrodomestici. Nel 2013, Whirlpool Corporation ha avuto un fatturato annuale di circa19 miliardi di dollari, 69.000 dipendenti e 59 centri di produzione e di ricerca tecnologica in tutto il mondo. L’azienda commercializza i marchi Whirlpool, Maytag, KitchenAid, Jenn-Air, Amana, Brastemp, Bauknecht e altri importanti brand quasi in ogni paese del mondo. Il Centro Operativo Europeo di Whirlpool si trova in Italia, a Comerio (VA). Per ulteriori informazioni sull’azienda,www.whirlpoolcorp.com e www.whirlpool.it

MASTERS OF MAGIC FESTIVAL IN VALLE D’AOSTA UN WEEKEND CON LE GRANDI STAR DELLA MAGIA

IN VALLE D’AOSTA UN WEEKEND CON LE GRANDI STAR DELLA MAGIA INTERNAZIONALE Saint-Vincent ospita un evento unico al mondo. Una kermesse di grandi spettacoli, artisti di strada, esibizioni, concorsi di magia, iniziative didattiche e di solidarietà all'insegna dell'arte magica e dell'illusionismo contemporaneo che dal 23 maggio a tutta l’estate trasformerà la Valle d’Aosta nella capitale mondiale della magia. Nel weekend del 24 e 25 maggio grandi star della magia mondiale incanteranno il pubblico con i loro segreti: Paul Daniels, il mago che è riuscito a stupire la Regina di Inghilterra, Apollo Robbins, il protagonista dello strepitoso programma “Cosa ti dice il Cervello” di National Geographic Channel, Luis de Matos, capace di far sparire un elefante in cinque secondi, e Luke Jermay, il Mentalist originale autore della popolare serie TV della CBS. Il 24 maggio andrà in scena “INFINITY” la nuova frontiera della magia, un gran galà leggendario, in esclusiva per l'Italia dopo i successi di critica e di pubblico ottenuti nella tournée inglese, che vede sullo stesso palco alcune tra le più grandi star internazionali della magia contemporanea. Dopo lo straordinario debutto all’Emirates Stadium di Londra lo scorso autunno, lo show “Infinity” approda a Saint-Vincent per uno spettacolo denso di emozioni magiche. Un gala con un cast d'eccezione, un corpo di ballo e un allestimento scenotecnico all'avanguardia integrato da proiezioni e contenuti multimediali. Il Presidente del Congresso Magico di Saint-Vincent è Walter Rolfo che dall'età di 12 anni ha trovato nella magia la sua musa. Laureato in Ingegneria Gestionale, vince il concorso per prestigiatori "I Re Maghi" e da allora partecipa a diverse trasmissioni. Nel 2008 vince il premio BEA, il più importante premio europeo dedicato al settore degli eventi. Nel 2012 si aggiudica l'organizzazione e viene nominato Presidente del prossimo Campionato del Mondo di Magia-FISM WCM, che si terrà in Italia, dal 6 all'11 luglio 2015. Nel 2013 fonda WoW-Working on Wonder, società specializzata nella produzione di eventi magici live e televisivi, team building magici, proponendo la magia come metafora per realizzare l'impossibile. Nell’ottobre del 2013 tiene l'intervento conclusivo al TEDxTrastevere su: "L'arte di Realizzare l'Impossibile". PER INFO: www.mastersofmagic.it Facebook : www.facebook.com/mastersofmagic.organization

giovedì 22 maggio 2014

IL PALIO DI LEGNANO - 1 GIUGNO 2014

La manifestazione prenderà avvio alle ore 10.30 in Piazza San Magno, dove verrà celebrata la S. Messa sul Carroccio. A seguire avverranno l'investitura religiosa del Capitani delle Contrade e la Benedizione dei cavalli e dei fantini. Da Piazza Carroccio partirà, intorno alle ore 15.00, la tradizionale Sfilata Storica delle Otto Contrade con abiti fedeli all'epoca medioevale. La sfilata, dopo aver percorso le principali vie cittadine, raggiungerà il Campo Sportivo "G. Mari"; a seguire la suggestiva cerimonia degli Onori al Carroccio e l'emozionante Carica della Compagnia della Morte. Al termine si disputerà il Palio delle Contrade 2014. - See more at: http://www.paliodilegnano.it/event/sfilata-storica-palio-delle-contrade#sthash.gDARyndj.dpuf Il Palio di Legnano, una festa tra folklore e storia. Il Palio di Legnano è l’insieme delle manifestazioni rievocative della Battaglia di Legnano, l’importante fatto d’armi che il 29 maggio del 1176 vide la vittoria dei comuni alleati nella Lega Lombarda sull’esercito imperiale di Federico I detto il Barbarossa. Tracce delle prime commemorazioni si ritrovano, in forma religiosa, già nel tardo medioevo (1393) a Milano nella chiesa d San Simpliciano, ma il Palio così come oggi lo si conosce ha origini più moderne. La prima edizione in assoluto, che fu chiamata "Festa del Carroccio", risale al 1932, organizzata in contemporanea ad una sorta di fiera gastronomica, fu costituita da una sfilata in costume d’epoca e da una gara ippica che si svolse al campo sportivo Brusadelli. La prima edizione del Palio non fu assegnata in quanto la gara fu sospesa a seguito di un incidente avvenuto ad un fantino; la corsa riprese, regolamentata in modo più adeguato solo 3 anni più tardi, nel 1935. E’ da questa seconda edizione, organizzata con una sfilata in costume molto più ricca, che la rievocazione prende il nome di "Palio di Legnano". Questa edizione del Palio che le cronache dell’epoca riportano come molto ben riuscita e seguita da numeroso pubblico fu vinta da San Domenico che conseguentemente ha iscritto per prima il suo nome sull’albo d’oro della corsa. Dalla successiva edizione, 1936, la denominazione dovette cambiare in quanto una precisa disposizione del Duce stabiliva che la denominazione "Palio" doveva essere riservata esclusivamente alla tradizionale manifestazione senese. La rievocazione legnanese assunse allora il nome di "Sagra del Carroccio", fino all’edizione del 2005; dal 2006 infatti la manifestazione ha ripreso il nome precedente di Palio di Legnano. La città è stata divisa in contrade, dieci inizialmente, che presto si ridussero ad otto. La contrada, letteralmente "gruppo di case attorno ad una strada", è un quartiere storico della città che ha la propria sede nel maniero, epicentro della vita associativa e delle attività oltre che luogo nel quale sono custodite tutte le armi, gli ornamenti ed i costumi che vengono utilizzati nella sfilata storica. Le guida della contrada è affidata alla reggenza composta dalle tre cariche più importanti che sono Capitano, Castellana e Gran Priore. Le otto contrade nelle quali è suddivisa la città di Legnano sono: La Flora, Legnarello, San Bernardino, San Domenico, San Magno, San Martino, Sant’Ambrogio e Sant’Erasmo. Uno degli elementi più caratteristici ed importanti del palio è costituito dalla sfilata storica nella quale si condensano mesi e mesi di preparazione e di lavoro effettuato nei manieri. La sfilata, che come la gara ippica si svolge l’ultima domenica di maggio, è composta da oltre 1200 figuranti che indossano costumi e portano oggetti d’epoca realizzati esclusivamente secondo le prescrizioni dettate da un apposita commissione che vaglia preventivamente l’attinenza degli abiti e degli ornamenti rispetto al periodo rappresentato. Ogni contrada, nell’ambito della sfilata che attraversa la città da est ad ovest, svolge un tema predefinito che raffigura un aspetto della vita medioevale, da quello riferito alla vita militare a quello contadino, passando attraverso la vita dei cortigiani o quella degli artisti di strada, musici e giocolieri senza tralasciare il mondo della magia. In coda sfila il Carroccio scortato dai fanti e dalla celebre Compagnia della morte che chiude il corteo. La compagnia della morte è capitanata dal leggendario condottiero Alberto da Giussano il cui monumento, opera dello scultore Enrico Butti, è diventato simbolo della città. La mattina, prima della sfilata e della corsa, in piazza San Magno sul carroccio si celebra la messa che è seguita dall’investitura religiosa dei Capitani e dalla benedizione dei cavalli e dei fantini che correranno il Palio.

martedì 20 maggio 2014

BASKET FEST 2014

La Pallacanestro Cimberio Varese organizza insieme all’associazione Amici della Pallacanestro Varese ONLUS e all’associazione di promozione sociale Amici del Campetto la tradizionale BASKET FEST, una due giorni di basket (tornei 3vs3), musica e buona cucina che si terrà il 14 e il 15 giugno prossimi nel piazzale del PalaWhirlpool. La Basket Fest ha come obiettivo la raccolta fondi per la squadra di basket in carrozzina della Pallacanestro Varese (Handicap Sport Varese). DOVE Piazzale Gramsci, davanti al PalaWhirlpool QUANDO • Sabato 14 giugno, dalle ore 11 • Domenica 15 giugno, dalle ore 11 IL TORNEO Categorie del 3vs3: • Senior maschile • Senior femminile • Under 14/Under 15 misto (1999-2000) • Under 12/Under 13 misto (2001-2002) • Minibasket A (2003-2004) • Minibasket B (2005-2006) • Minibasket C (2007-2008) Per le iscrizioni alle categorie Senior contattare David al numero 347-9648934 o via mail david@amicidelcampetto.it. Costo d’iscrizione: 15 euro a giocatore. Per le iscrizioni alle categorie Under e Minibasket contattare Aldo o Bruno al numero 0332-212567 o via mail infosettoregiovanile@pallacanestrovarese.it. Costo d’iscrizione: 10 euro a giocatore. Le iscrizioni devono pervenire entro giovedì 12 giugno 2013. Le squadre vincitrici dei tornei Senior si qualificano automaticamente per le Finali dello Streetball Italian Tour in programma a Riccione dall’1 al 3 agosto. FOOD & BEVERAGE Grazie alla collaborazione con la Società Sportiva CASBENO CALCIO verrà allestito uno Stand Gastronomico attivo per tutta la durata della manifestazione. EVENTI COLLATERALI • Sabato pomeriggio la squadra di basket in carrozzina Cimberio Handicap Sport Varese scenderà in campo per una partita amichevole dimostrativa. • Il gruppo di ballo hip hop New Crazy Life si esibirà invece sui campi di gioco tra una partita e l’altra. • La serata di sabato si aprirà con Dj Set, proseguirà con un concerto live e si concluderà con la proiezione in diretta sul maxi-schermo del PalaWhirlpool della partita dei Mondiali di calcio Italia-Inghilterra. SOCIALE Per tutta la durata dell’evento saranno presenti gli stand di alcune associazioni presso i quali sarà possibile conoscere l’attività e i volontari delle singole onlus. ORARI Sabato 14 giugno 11.00 – Check-in 11.30 – Inizio tornei 3v3 e apertura stand gastronomico 18.00 – Partita dimostrativa HSV 20.30 – Fine tornei 3vs3 21.00 – Dj Set 22.00 – Concerto live 24.00 – Proiezione della partita Italia-Inghilterra su maxi-schermo Domenica 15 giugno 11.00 – Inizio partite e apertura stand gastronomico 19.00 – Premiazioni

PINK FLOYD pubblicano il 20TH ANNIVERSARY BOX SET

I
di ‘THE DIVISION BELL’ • DATA DI USCITA: 1° Luglio 2014 • UN INEDITO MIX 5.1 AUDIO SURROUND • BLU-RAY CON UN NUOVO VIDEO (GIRATO IN APRILE 2014) DI MAROONED • DOPPIO LP CON I BRANI DELL’ALBUM PER LA PRIMA VOLTA A LUNGHEZZA INTEGRALE ANCHE NELLA VERSIONE IN VINILE • VERSIONI REPLICA IN VINILE COLORATO DA 7” E 12” DEI SINGOLI TAKE IT BACK E HIGH HOPES I Pink Floyd pubblicano un cofanetto celebrativo dei 20 anni dalla prima uscita di ‘The Division Bell’, album che dal 1994 ad oggi ha venduto diversi milioni di copie e si è aggiudicato il Grammy Award per il brano Marooned. ‘The Division Bell’ è stato l’ultimo album in studio pubblicato dalla band composta da David Gilmour, Nick Mason e Richard Wright. Questo 20th anniversary box set comprende sei componenti, incluse due versioni replica in vinile colorato e trasparente dei singoli, 5 stampe da collezione, un disco Blu-ray e per la prima volta il mix 5.1 audio surround di ‘The Division Bell’ curato da Andy Jackson. ‘The Division Bell’ entrò in classifica direttamente al primo posto sia in UK che negli USA, rimanendo in cima alle classifiche US per 4 settimane; andò al No 1 in altri otto paesi e, fino ad oggi, ha venduto oltre 12 milioni di copie. L’album venne registrato dalla band negli studi Astoria e Britannia Row e la maggior parte dei testi delle canzoni sono stati scritti da Polly Samson e David Gilmour. David Gilmour raccontava all’epoca: “tre di noi si sono trovati al Britannia Row ad improvvisare per 2 settimane. Suonare insieme e cominciare da zero si è rivelata un’esperienza interessante ed esaltante, dando così il via all’album e al processo di lavorazione che è stato ottimo, c’era molta collaborazione e unità.” The Division Bell 20th Anniversary collector’s box set contiene un doppio LP, rimasterizzato da Doug Sax presso The Mastering Lab lavorando direttamente sui nastri analogici originali, rendendo disponibili per la prima volta anche in vinile tutti i brani dell’album nella loro lunghezza integrale (nella prima edizione in vinile, per farli stare su un solo LP, vennero editati), all’interno di una custodia progettata da Hipgnosis/StormStudios. Cinque altri dischi fanno parte del box: la replica in vinile rosso da 7” del 45 giri del singolo Take It Back, la replica in vinile trasparente da 7” del 45 giri di High Hopes, la replica in vinile blu da 12” del 45 giri di High Hopes con il lato B serigrafato, l’edizione 2011 Discovery remaster di ‘The Division Bell’ e un Blu-ray con l’album ‘The Division Bell’ in HD Audio, più l’inedito mix 5.1 audio surround dell’album curato da Andy Jackson. Un altro contenuto speciale del Blu-ray è un nuovo video di Marooned, il brano che vinse il Grammy nella categoria ‘Best Rock Instrumental’ nel 1994. Girato in Ucraina durante la prima settimana di Aprile 2014, il video è stato diretto da Aubrey Powell degli studi Hipgnosis. L’opzione audio per il video prevede di poter ascoltare il brano alternativamente nella versione PCM Stereo e in quella del mix 5.1 di Andy Jackson. Bob Ezrin e David Gilmour sono i produttori dell’album originale, con gli arrangiamenti orchestrali di Michael Kamen. Le rimasterizzazioni dei dischi di questo Anniversary box set sono state curate da due collaboratori di lunga data dei Pink Floyd, James Guthrie e Joel Plante. www.pinkfloyd.com THE DIVISION BELL – 20TH ANNIVERSARY BOX SET: Tracklisting: 1) Cluster One 2) What Do You Want From Me 3) Poles Apart 4) Marooned 5) A Great day For Freedom 6) Wearing The Inside Out 7) Take It Back 8) Coming Back To Life 9) Keep Talking 10) Lost For Words 11) High Hopes Contents: 2LP L’album originale, rimasterizzato per la versione in vinile nel 2014 a partire dai nastri analogici originali. I brani sono per la prima volta a lunghezza integrale in doppio LP. Blu-Ray (tutto materiale inedito) - Video 2014 di Marooned – diretto da Aubrey Powell sia in stereo che in 5.1 audio sourround - mix 5.1 audio sourround di ‘The Division Bell’ a cura di Andy Jackson a 92khz/ 24-bit - mix HD audio stereo di ‘The Division Bell’ a cura di James Guthrie a 92 khz/ 24-bit Vinile rosso da 7” del singolo Take It Back (edit) / Astronomy Domine (live) Replica in vinile rosso da 7” del 45 giri Vinile trasparente da 7” del singolo High Hopes (edit) / Keep Talking (edit) Replica in vinile trasparente da 7” del 45 giri Vinile blu da 12” del singolo High Hopes / Keep Talking / One Of These Days (live) Replica in vinile blu da 12” del 45 giri di High Hopes con il lato B serigrafato. Include 7 card da collezione Album in CD La versione 2011 Discovery di ‘The Division Bell’ in una nuova custodia dedicata

sabato 10 maggio 2014

PINO DANIELE ALL'ARENA DI VERONA

PINO DANIELE LIVE ALL'ARENA DI VERONA 1° SETTEMBRE - ARENA DI VERONA PINO DANIELE NERO A META' - CRESCE L’ATTESA PER L’IMPERDIBILE CONCERTO-EVENTO SULLE NOTE DELLO STORICO ALBUM “NERO A METÀ” Sul palco i musicisti della formazione originale del 1980 insieme all’orchestra sinfonica ed ospiti speciali Cresce l'attesa per "NERO A METÀ", spettacolo imperdibile che Pino Daniele porterà il 1° settembre all'Arena di Verona, con la band originale del 1980, ospiti speciali e l'orchestra sinfonica: un evento musicale unico, ideato sulle canzoni dell’omonimo storico terzo album di Pino Daniele pubblicato nel 1980 (da cui ha avuto origine quel sound inconfondibile che è diventato il suo marchio di fabbrica, in Italia e all’estero), tra gli album più venduti di quell'anno ed ancora oggi nella classifica Rolling Stone Italia dei “100 album più belli di sempre”. I biglietti per l’evento “NERO A METÀ” sono disponibili sul www.ticketone.it, nei punti vendita e nelle prevendite abituali Unicredit e Ticketone (per info: www.fepgroup.it). “Nero a metà” è prodotto e organizzato da 55AVE Entertainment e F&P Group in collaborazione con Radio Italia, la radio ufficiale dell’evento. All’Arena di Verona andrà in scena un concerto-evento, in cui Pino Daniele porterà sul palco la formazione originale del 1980: James Senese (sax), Gigi De Rienzo (basso), Agostino Marangolo (batteria), Ernesto Vitolo (piano e tastiere), Rosario Jermano (percussioni) e Tony Cercola (bongos), con l'aggiunta di 50 elementi dell’orchestra sinfonica “Roma Sinfonietta” diretta dal M° Gianluca Podio. Ad arricchire ulteriormente lo spettacolo ci saranno poi gli amici e colleghi di Pino che hanno accompagnato, arricchito e stimolato il suo percorso artistico, per una serata che si preannuncia indimenticabile. Inoltre quest’estate Pino Daniele sarà impegnato in una serie di concerti in cui reinterpreterà i suoi brani più belli in acustico e con orchestra sinfonica, per alcune date esclusive che lo porteranno a suonare nei festival più prestigiosi e nelle località più belle della Penisola, da Nord a Sud. Le date ad oggi confermate di “Sinfonico a Metà” sono l’11 luglio alla Reggia di Caserta, il 18 luglio alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma e il 22 agosto al Teatro Antico di Taormina (ME). Le date ad oggi confermate di “Acustico” sono il 6 luglio al Ravello Festival (SA), il 14 luglio a Campione D’Italia (Piazza Maestri Campionesi - CO), il 7 agosto alla Beach Arena di Lignano Sabbiadoro (UD) e il 24 agosto al Teatro di Verdura di Palermo. (Info biglietti su www.fepgroup.it).

IL GRANDE RITORNO DEL LIGA

LIGABUE IL 30 MAGGIO AL VIA DALLO STADIO OLIMPICO DI ROMA “MONDOVISIONE TOUR - STADI 2014” SI AGGIUNGONO NUOVI CONCERTI A SETTEMBRE: IL 6 A TRIESTE, IL 9 A TORINO, IL 13 A BOLOGNA, IL 20 A BARI SOLD OUT IL 30 MAGGIO A ROMA, IL 6 E 7 GIUGNO A MILANO E L’11 GIUGNO A CATANIA! ULTIMI BIGLIETTI PER IL 31 MAGGIO A ROMA IN RADIO IL NUOVO SINGOLO “IL MURO DEL SUONO” Dopo il successo del “Mondovisione Tour – Piccole Città 2014”, cresce l’attesa per il ritorno di LIGABUE negli stadi, a distanza di 4 anni, con il “MONDOVISIONE TOUR - STADI 2014”, al via il 30 maggio dallo Stadio Olimpico di Roma. Il tour, caratterizzato da un palco fortemente innovativo, si preannuncia un autentico Rock Show! Ai dieci concerti di giugno e luglio si aggiungono a grande richiesta nuove date a settembre: a Trieste, Torino, Bologna e Bari. In prevendita sono già SOLD OUT i concerti del 30 maggio a Roma, del 6 e 7 giugno a Milano e dell’11 giugno a Catania, mentre sono ancora in vendita gli ultimi biglietti per il 31 maggio a Roma. Queste tutte le date di “MONDOVISIONE TOUR - STADI 2014”, prodotto e organizzato da Riservarossa e F&P Group: il 30 (SOLD OUT) e il 31 maggio allo Stadio Olimpico di Roma; il 6 (SOLD OUT) e il 7 giugno (SOLD OUT) allo Stadio San Siro di Milano; l’11 (SOLD OUT) e il 12 giugno allo Stadio Massimino di Catania; il 12 luglio allo Stadio Euganeo di Padova; il 16 luglio allo Stadio Artemio Franchi di Firenze; il 19 luglio allo Stadio Adriatico di Pescara; il 23 luglio allo Stadio Arechi di Salerno; il 6 settembre allo Stadio Nereo Rocco di Trieste (NUOVA DATA); il 9 settembre allo Stadio Olimpico di Torino (NUOVA DATA); il 13 settembre allo Stadio Dall'Ara di Bologna (NUOVA DATA); il 20 settembre all’Arena Della Vittoria di Bari (NUOVA DATA). Da domani, venerdì 9 maggio, sarà in rotazione “Il muro del suono”, nuovo singolo estratto dal decimo album di inediti di LIGABUE, “MONDOVISIONE” (dopo “Il sale della terra”, “Tu sei lei” e “Per sempre”). Il video del brano, girato a Reggio Emilia in un ex polo industriale, prodotto da G.Battista Tondo per Eventidigitali Films con la regia di Riccardo Guernieri, sarà online su tutti i canali web di LIGABUE. Per le nuove date di settembre di “MONDOVISIONE TOUR - STADI 2014” i fan del LIGA iscritti al barMario (barmario.ligabue.com) potranno acquistare i biglietti dalle ore 11.00 di sabato 10 maggio fino alle ore 10.00 di domenica 11 maggio. Domenica 11 maggio, alle ore 11.00, avranno inizio le prevendite online su www.ticketone.it, mentre da martedì 13 maggio alle ore 16.00 i biglietti saranno disponibili anche nei punti vendita e prevendite abituali (l’elenco dei punti vendita sul sito www.fepgroup.it). In tutte le tappe del tour l’inizio dello show sarà alle ore 21.30. Per informazioni: www.ligachannel.com e www.fepgroup.it. Nel tour il LIGA sarà accompagnato sul palco dal “Gruppo”, la sua band formata da Federico “Fede” Poggipollini (chitarra), Niccolò Bossini (chitarra), Luciano Luisi (tastiere e programmazioni), Michael Urbano (batteria) e Davide Pezzin (basso).

CESARE CREMONINI NUOVO ALBUM E NUOVO TOUR

CESARE CREMONINI NUOVO ALBUM DI INEDITI “LOGICO” AL VIA IL 28 OTTOBRE DAL MEDIOLANUM FORUM DI MILANO IL "LOGICO TOUR 2014" 14 CONCERTI NEI PIÙ IMPORTANTI PALASPORT D’ITALIA 'LOGICO', il sesto album di inediti di CESARE CREMONINI, anticipato da 'Logico #1' attualmente il brano più trasmesso dalle radio italiane. Il nuovo album si preannuncia come uno dei più importanti e attesi della carriera del cantautore. Un mondo nuovo. Cesare Cremonini non solo musicista, compositore, creativo, ma cantautore moderno. Un disco che illumina i risvolti inediti del talento di un artista che non ha mai usato altro che le proprie canzoni per farsi conoscere e riconoscere. Nulla di ciò che si ascolta in ‘LOGICO’ è prevedibile. E' il pop 2.0. La nuova generazione della canzone d’autore. Sono i capitoli di un romanzo, una sequenza di racconti che lascia senza fiato per la profondità con cui arrivano le parole. Ogni brano vive di vita propria, nessuno uguale all’altro. Se ‘La teoria dei colori’ è stato un disco sull’amore, in 'Logico' ci troviamo davanti ad un disco nuovo sotto tutti i punti di vista, che trova le proprie radici in 'Bagùs' (2003) o 'Maggese' (2005) e subito perde ogni catalogazione. In ogni sua canzone appare e scompare una fotografia dell’anima di Cesare Cremonini, artista che non è mai stato sulla riva prevedibile del fiume di musica che ci gira intorno. E non si è mai ripetuto. Con la solitudine delle idee. Così è nato ‘Logico’. il mondo di un romanziere che canta le proprie pagine. E' il disco che celebra, scenograficamente, il primato della logica. Dal 1999 ad oggi Cesare Cremonini ha pubblicato 5 album in studio (Squèrez, Bagùs, Maggese, Il primo bacio sulla luna, La Teoria dei colori). Ad essi vanno aggiunti 1 disco live (1+8+24 con la London Telefilmonic Orchestra) e 1 raccolta (1999-2010 The Greatest Hits). Il 28 ottobre dal Forum di Assago (Mi), partirà il 'Logico Tour 2014', (prevendite aperte da domani su www.ticketone.it e tutti i circuiti autorizzati), un grande ritorno dopo il successo del "Cesare Cremonini Live 2012-2013". Quattordici concerti da ottobre a novembre in tutta Italia, durante i quali Cesare riproporrà al pubblico molti dei suo maggiori successi dal 1999 ad oggi. Queste le date di “LOGICO TOUR 2014”: 28 ottobre Mediolanum Forum- Assago (Mi) 31 ottobre Rimini-105 Stadium 2 novembre Conegliano (Tv)- Zoppas Arena 6 novembre Bologna-Unipol Arena 9 novembre Bari-Palaflorio 11 novembre Roma-Palalottomatica 14 novembre Napoli- Palapartenope 16 novembre Acireale- Palasport 18 novembre Perugia-Palaevangelisti 19 novembre Firenze-MandelaForum 21 novembre Mantova-Palabam 22 novembre Torino-Palaolimpico 25 novembre Trento-Palatrento 27 novembre Padova-Gran Teatro Geox www.cesarecremonini.it

MISTER IGNIS SU RAI UNO

MISTER IGNIS SU RAI UNO LUNEDI' E MARTEDI' 12/13 MAGGIO «Mister Ignis è una fiction che per Varese è un orgoglio, un modo per far conoscere al grande pubblico uno dei personaggi più importanti per il nostro territorio e l’Italia intera». Il sindaco Attilio Fontana invita i varesini a non perdere la miniserie in due puntate in onda su Rai Uno in prima serata lunedì 12 e martedì 13 maggio alle ore 21. La Whirlpool sta intanto organizzando nella sede di Comerio una serata di lancio, in concomitanza con la prima puntata ( lunedì sera, seguiranno maggiori dettagli). «Il mio ringraziamento – precisa il sindaco - va innanzitutto a Gianni Spartà, che con il suo libro ha raccontato la vita di Giovanni Borghi. Dalle sue pagine nasce il film: l’anno scorso ho avuto modo di conoscere il cast. Sono curioso di vedere il risultato finale, ma sono certo che il protagonista Lorenzo Flaherty saprà interpretare al meglio il nostro cumenda. Ricordare Borghi significa immergersi in un periodo incredibile per la nostra provincia, ai vertici dell’industria e dello sport, con la passione di un uomo che è diventata la voglia di fare e di operare di un intero territorio. Tutti noi siamo grati all’uomo che è stato il simbolo del boom economico degli anni ’60, il mitico Mister Ignis che ha tra l’altro contribuito a migliorare la vita quotidiana degli italiani». Spiega lo scrittore e giornalista Gianni Spartà: «Questa fiction è un omaggio alla Varese felice degli anni del miracolo che a queste latitudini poté contare su un grande italiano da non dimenticare. Diede lavoro e sport e in entrambi i campi vinse. La Rai non a caso ha scelto un sottotitolo di notevole significato: l'operaio che fondò un impero» . In allegato una foto di Lorenzo Flaherty e Anna Valle (Giovanni Borghi e la moglie Maria) sul set e la copertina del libro di Gianni Spartà. Il trailer: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-fd7ea647-df8d-4946-9356-c034b530504f.html La scheda (http://www.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-a08629b4-3f09-4968-9b74-c213f478f56f.html) La storia di Giovanni Borghi, il “cumenda” operoso che negli anni del dopoguerra fondò la Ignis. Protagonisti della fiction Lorenzo Flaherty, Anna Valle, con Massimo Dapporto. Una coproduzione Rai Fiction e Martinelli Film Company International, regia di Luciano Manuzzi. Due puntate in onda su RaiUno lunedì 12 e martedì 13 maggio 2014. “Mister IGNIS” racconta la storia di uno dei grandi imprenditori italiani che hanno contribuito a ricostruire un Paese devastato da una guerra assurda. Sono anni in cui, per la prima volta, le famiglie italiane iniziano a godere di un benessere sino ad allora sconosciuto. E il sogno di Giovanni Borghi (Lorenzo Flaherty) era proprio questo: portare il benessere nelle case delle famiglie italiane. Un benessere che era fatto di fornelli a gas, di frigoriferi, di lavatrici... Giovanni Borghi viene mandato, ancora ragazzino, “a bottega”. Non nella bottega di suo padre Guido (Massimo Dapporto), che possiede una piccola officina che fabbrica fornelli elettrici, ma nella bottega di un conoscente. Perché il carattere e il mestiere si formano solo “sotto padrone”, come si diceva allora. I Borghi abitano a Milano, nel quartiere dell’Isola, a Porta Garibaldi. Giovanni va a scuola e a bottega nello stesso tempo. E la sera, per aiutare la famiglia, suona il piano nei cinematografi che proiettano i film muti. Anche per questo, qualche volta, il maestro lo trova addormentato sul banco, durante le lezioni. I bombardamenti su Milano distruggono la piccola officina e i Borghi sono costretti, come molte altre famiglie, a sfollare nella provincia di Varese. Hanno perso quasi tutto. Ma Giovanni non si arrende: sprona il padre e i fratelli a rimboccarsi le maniche e a ricominciare. Inizia così la grande avventura dell’uomo che sarà affettuosamente chiamato dai suoi operai: “cumenda”, Commendatore. La piccola officina diventa una piccola fabbrica. E, sulla nuova fabbrica, una luce illumina la statua che riproduce la Madonnina del Duomo di Milano. La stessa che c’era sul tetto della vecchia officina. La stessa che ci sarà su tutti gli stabilimenti dei Borghi...