martedì 10 giugno 2014

MOSTRA IN GALLERIA BONELLI: AGOSTINO ARRIVABENE VESPERBILD


AGOSTINO ARRIVABENE VESPERBILD
a cura di Pietro C. Marani
Milano, Galleria Giovanni Bonelli
fino al 26 luglio 2014

Trasfigurazione, crepuscolo, rinascita sono i temi, di matrice classica ma riletti in chiave contemporanea, che caratterizzano i lavori più recenti di Agostino Arrivabene. Fino al 26 luglio li troviamo nella mostra personale Vesperbild – a cura di Pietro C. Marani – alla galleria Giovanni Bonelli di Milano: una sequenza di immagini e narrazioni tratte dal mondo mitologico e letterario che raffigurano le diverse fasi di un processo che, dal travaglio interiore e fisico, giunge al desiderio della guarigione attraverso il sogno o l'intervento divino con la trasmutazione in corpi nuovi.

Il progetto prende il nome dalle Vesperbilder (letteralmente, “immagini del vespro”), sculture nate in Germania nel XIV secolo che raffiguravano la Madonna con in grembo il corpo di Gesù morto. Le figure tedesche della Pietà sono spesso caratterizzate da accenti intensamente espressivi e patetici, soprattutto nella rappresentazione del corpo di Cristo che, attraverso la trasfigurazione della carne e del volto, diventava quasi deforme, incarnazione della sofferenza. Le Vesperbilder erano punto di unione tra due stadi estremi, fra la morte e la resurrezione, erano le immagini dell'attesa, icone di meditazione crepuscolare, anello che univa la notte al giorno e viceversa.
Le Vesperbilder contemporanee di Agostino Arrivabene riflettono soprattutto su questo concetto di passaggio, di soglia, di confine tra luce e ombra.

Nei dipinti sorge imponente un’attenzione compassionevole verso ciò che è mortale, fragile, malato.
L'opera intitolata Monatto dai muti campanelli, che si ispira al personaggio ovidiano di Ciparisso, ritrae un appestato che si trasforma in creatura vegetale. Come nel suo omologo mitico, il monatto piange un pianto senza requie, ma muto. Penseranno a piangerne il dolore le due prefiche mutanti, ispirate alle tavole anatomiche di Bernhard Siegfried Albinus, rispettivamente, secondo e terzo elemento del trittico.
Il polittico dedicato alla vicenda di Orfeo ed Euridice si concentra sul canto rituale attraverso il quale Orfeo tenta di recuperare l’amata dal regno dei morti. La mano frammentata della fanciulla e il suo piccolo volto in estasi, dislocati dal resto del corpo a formare ciascuno un elemento del trittico, diventano simbolo di supplica eterna.

Altre opere in mostra hanno una chiara origine nelle iconografie floreali di Bruegel: qui l’artista dà vita a creature arcimboldesche in cui le ombre divorano l’identità rivestita di soli fiori che divengono catalizzatori di pollini generativi.

Chiude la mostra un progetto eclettico in cui Arrivabene unisce pittura, scultura e oreficeria. Partendo dall’icona dei Dioscuri, l’artista fonde la loro identità in un nuovo mostro siamese le cui due teste sono cinte da strane corone ossee tratte dal mondo iconografico di Ernst Haeckel. Così fino a realizzare una micro scultura in materiali preziosi che diverranno gemelli da polso, realizzati dall’abilità del gioielliere Mirco Baroso chiamato da Arrivabene a dialogare con la sua opera.
Info al pubblico Galleria Giovanni Bonelli info@galleriagiovannibonelli.it – t. 02.87246945

Aspettando MICROCOSMI


Aspettando MICROCOSMI Comerio come Rio 14 giugno 2014 dalle ore 20.00
una serata di musica e sport a Villa Tatti
con il TAO LOVE BUS e i musicisti brasiliani dall’Orchestra di Via Padova
a mezzanotte, partita Italia – Inghilterra su maxi schermo sotto le stelle

Rimandati a settembre!
Quest’anno Microcosmi sarà il prossimo 12, 13, 14 settembre, ma prima abbiamo bisogno di voi: abbiamo lanciato una raccolta fondi che servirà a realizzare il Festival e a rendere la prossima edizione ancora più grande. Per questo, l’appuntamento è per sabato 14 giugno dalle ore 20.00 a Comerio in una serata di concerti e intrattenimento che culminerà con la proiezione a mezzanotte della prima partita dell’Italia ai Mondiali.
Comerio come Rio, tra musica e divertimento, il Paese diventa nuovamente palcoscenico della cultura per ospitare, a modo suo, i Mondiali di Calcio.
Nella splendida terrazza naturale del parco di Villa Tatti, acclamato dal pubblico durante la scorsa edizione di Microcosmi, tornerà a trovarci Tao Love Bus con le sue sonorità rock ‘n’ roll, a seguire la musica brasileira dei musicisti sudamericani dell’Orchestra di Via Padova e infine, la proiezione della partita sul maxi schermo.
Durante tutta la serata ci sarà lo stand gastronomico della Proloco di Comerio che si occuperà di non lasciarci affamati e assetati.
Tutto ciò che viene raccolto in questa serata, servirà a finanziare l’edizione di settembre e a dare l’opportunità, anche quest’anno, di far vivere 3 giorni di incontri, concerti, laboratori per adulti e per bambini, letture e spettacoli, in cui i protagonisti sono realtà locali e nazionali, in diretto contatto con il territorio.
La particolarità del festival, voluto fortemente dal Sindaco Silvio Aimetti e dal Direttore Artistico Vittorio Cosma, è quella di organizzare gli appuntamenti nelle piazze, nei cortili e nei giardini di Comerio, dove sarà possibile assistere a spettacoli di musica, letteratura, cinema, teatro, fotografia e danza.
Il Festival ha bisogno però di tutti voi per esistere e continuare a crescere.
Vi aspettiamo il 14 giugno a ComeRio!
Portate strumenti, percussioni e carabattole per trasformare la serata in una festa.
L’ingresso è gratuito.
www.microcosmi.net

VARESE FESTIVAL DEI MONDI 2014





Festival internazionale delle arti sceniche e figurative
C’è un uomo che cammina per le strade di Varese. Porta sulle spalle un grosso zaino, straripante di roba, eppure non tradisce alcuna espressione di stanchezza. Il suo volto ricorda da lontano quello del Maestro Gian Carlo Menotti, compositore e librettista che fra gli anni ‘50 e ‘70 del 1900 fu capace d’inventare il “Festival dei due mondi”, trasportando Spoleto nella Carolina del Sud e Charleston in Umbria. L’uomo si ferma, poggia a terra lo zaino e lo apre. Per un attimo s’intuisce, là dentro, un’immensa quantità di pura arte, che quell’uomo ha deciso di portare in alcuni fra i luoghi più incantevoli di Varese: Villa Recalcati, i Giardini Estensi, Villa Panza, Ville Ponti, il Teatro Santuccio, la Sala Montanari. Sveliamo subito la metafora: quell’uomo è il “Varese Festival dei Mondi”, una kermesse internazionale di arti sceniche e figurative che dal 20 al 30 giugno trascinerà Varese nel bel mezzo di un fiume di bellezza, coinvolgendo un centinaio di artisti provenienti da 4 continenti in una raffica di spettacoli d’ogni genere. Questa mattina, nella cornice di Palazzo Estensi Silvia Priori, Direttore artistico di “Teatro Blu” ha svelato nei dettagli il contenuto di quello zaino che è stato cucito in realtà nel 2011, quando nasceva Cadegliano Festival – Piccola Spoleto. Cadegliano, che nel luglio di cento anni prima aveva dato i natali a Menotti, oggi decide di passare la mano alla più grande Varese, per far sì che – anche in vista di Expo 2015 – le location più prestigiose del capoluogo possano accogliere dieci giorni di grandi spettacoli. Il Festival, ricco di artisti di enorme pregio internazionale, nasce dalla collaborazione di Teatro Blu con la Provincia di Varese, l’Agenzia del Turismo e il Comune di Varese. Abbraccerà tre aree tematiche: arte e cultura; sport; enogastronomia. Nell’idea di trasformare Varese, anche solo per pochi giorni, nella “Città celeste” che il Maestro Menotti amava sognare: un luogo in cui artisti di tutto il mondo e di ogni provenienza sociale e culturale potessero ritrovarsi in uno spazio privo di pregiudizi per esprimere il proprio talento.

Si parte venerdì 20 giugno, alle ore 18.30 a villa Recalcati con l’ Apertura del Festival in cui Varese e Cadegliano si uniranno in una sorta di gemellaggio artico, unite dalla splendida musica del Maestro Gian Carlo Menotti; alle ore 21 Eugenio Bennato, insieme a Silvia Priori ( qui nella veste di attrice) e a Roberto Gerbolès accompagnati dalla loro orchestra, presenteranno il coinvolgente spettacolo-concerto “Sur”, in prima assoluta. Da qui in poi è una biglia colorata che corre veloce sul classico piano inclinato: il 21 giugno ancora Bennato presenterà (ore 18, Villa Ponti) il libro “Ninco Nanco deve morire”; poi, alle 21, i giardini di Villa Recalcati ospiteranno le incredibili evoluzioni degli acrobati africani di Asante Kenya, che si esibiranno nell’Acrobatic Dance Show.

Domenica 22 giugno (ore 18, Ville Ponti) sarà il turno del celebre regista e drammaturgo torinese Gabriele Vacis, con “Libera nos”. E ancora (ore 21, Villa Recalcati) l’Orchestra di Via Padova, 19 musicisti e un direttore d’orchestra provenienti da 9 diversi paesi di 3 continenti, nel concerto di musiche da tutto il mondo.

Giusto il tempo di tirare il fiato, perché venerdì 27 giugno (ore 16, Villa Panza) Lucilla Giagnoni e Silvia Priori illumineranno (è proprio il caso di dirlo) la scena con “E luce fu!”, un Trattato sulla luce – Dalla Genesi alla Divina Commedia attraverso una visione personale. Poche ore più tardi, alle 21, Villa Recalcati ospiterà il grande coreografo britannico Lindsay Kemp in un’altra nuova creazione: “Kemp Dances” , uno spettacolo di teatro danza dell’ inimitabile gran maestro dell’ onirico e dell’ entertainment: magia pura!


Sabato 28 (ore 18, Villa Recalcati) sarà la volta di Daniele Finzi Pasca – autore, regista, coreografo, che nel 1989 fondò con Silvia Priori Teatro Blu – e ora cofondatore della Comp. Finzi Pasca presenterà il “Teatro della Carezza”. Toccherà invece allo splendido set dei Giardini Estensi l’onore di ospitare alle ore 19.45 “Hell Screen”, spettacolo del regista giapponese Kuniaki Ida, in prima assoluta.

Domenica 29 (ore 18, Villa Recalcati), infine, la presentazione del libro “La danza di Diana” (a cura di Donatella Ferrara) ci fornirà l’occasione di incontrare Diana Ferrara, grande Etoile del Teatro Opera di Roma con oltre 50 anni di grandi spettacoli nel proprio artistic background. E sempre Villa Recalcati ospiterà alle 19.45 un’ altra nuova creazione: lo spettacolo di danza “Dolce Pinocchio” dell’Astra Roma Ballet.

Tutto questo, in realtà, non è che una parte di ciò che contiene il meraviglioso zaino di quell’uomo immaginario che sta camminando pian piano per le vie della città, preparandosi per il proprio turno.

Sono ancora aperte le iscrizioni ai seminari di teatro di Gabriele Vacis ( 20 – 21 – 22 giugno) e di Kuniaki Ida ( 27 – 28 – 29 giugno). Accanto agli stages di teatro ecco i workshop di tango argentino a cura di Tango Social Club e Somsart di Varese. Grande spazio è dedicato alle dimostrazioni, prima degli spettacoli serali, di alcune delle più note delegazioni sportive: Comitato Italiano Paralimpico, Polha Varese, Federazione Italiana di Twirling, Federazione Ginnastica d’ Italia, Federazione italiana di Vela, Federazione Italiana Gioco Calcio, Federazione Italiana Danza Sportiva, Canottieri Varese, Federazione Ciclistica Italiana, Federazione Italiana di Judo, lotta Karate, Arti Marziali, Hockey Varese, Federazione Italiana di Scherma, Delta Club Laveno, Automobile Club Italiano, Federazione Italiana di Golf.

Uno spazio di eccezione sarà dato alle prestigiose esposizioni d’arte di Robert Irwin e James Turrel “ Aisthesis” All’ origine delle sensazioni” in Villa Panza e ai festeggiamenti di 70 anni di attività del Maestro Luigi Bello che esporrà le sua Antologica in Villa Recalcati. Ma Varese Festival dei Mondi è tanto altro! Per l’ area Enogastronomica ospiterà in Villa Recalcati domenica 22 ore 10.30 “ Dieta sostenibile e benessere: per noi e per il pianeta” a cura di Slow Food Varese e domenica 29 ore 10.30 Arte e Alimentazione – laboratori per bambini e adulti a cura di Thuja Lab A.P.S. Spettacoli, stages, conferenze, proiezioni, esposizioni, degustazioni, laboratori per adulti e bambini e molto altro, il Festival dei Mondi si prepara a raccontare l’Arte, pura e semplice, approdata delicatamente nella splendida Varese per mettere in luce le sue straordinarie bellezze. Quell’Arte che, come disse un giorno proprio il Maestro Menotti, non è altro che un dono, ed è la dimostrazione dell’ esistenza di Dio.

Un particolare ringraziamento va a tutte le Istituzioni, ed in particolare alla Provincia di Varese, all’ Agenzia del Turismo, al Comune di Varese, alla Camera di Commercio e alla Fondazione Comunitaria del Varesotto. Ringraziamo di cuore i proprietari e i gestori delle meravigliose location che ospiteranno il Festival, gli sponsor e tutte le associazioni del territorio che hanno contribuito alla felice realizzazione di Varese Festival dei Mondi.

Tutti gli eventi del Festival sono a ingresso gratuito (esposizioni a Villa Panza a pagamento)

martedì 3 giugno 2014

IL FUTURO VA DI CORSA



Allontanatevi dal computer con l’applicazione Helly Hansen 
The Gone On My Catwalk, la nuova applicazione è finalmente disponibile per essere scaricata su iPhone e Android

OSLO, Norvegia - L’aria aperta è la passerella preferita di Helly Hansen. Di conseguenza gli atleti, i professionisti dell’outdoor e gli entusiasti del weekend tra la natura i modelli che sfilano.
La nuova applicazione di Helly Hansen, “The Gone on My Catwalk”, premia chi la usa incentivandoli a spendere più tempo nelle loro “passerelle” e meno tempo al computer, più tempo sulle dalle coste ventose in barca a vela o allenandosi all’aria aperta.
L’applicazione Gone On My Catwalk documenta quanto tempo gli appassionati di outdoor passano facendo attività all’aria aperta e li premia.

“Le collezioni Helly Hansen sono sempre state pensate per coloro che vogliono godersi la vita all’aria aperta”. dice Erik Burbank, Vice President Global Marketing Helly Hansen. L’applicazione The Gone on My Catwalk è un modo divertente per dare un ulteriore incentivo a stare all’aperto e incoraggia chi la usa a condividere con gli altri la propria esperienza con entusiasmo. E’ chiaro che lo scopo è di interagire e cercare di convincere sempre più persone a godersi la vita all’aria aperta e a farlo sempre più spesso, lasciando la scrivania e il computer per immergersi nella natura”.

Ogni settimana la giuria di Helly Hansen visionerà le foto delle “catwalk” mandate dagli utenti e premierà la foto migliore con un dono. Numerose altre sfide saranno organizzate localmente, sia in Nord America che in Europa, così come verrà premiato chi raggiungerà le 20 ore all’aperto. Dopo che gli utenti avranno raggiunto questo traguardo, l’App continuerà a documentare il tempo speso all’aria aperta e a mandare messaggi di incoraggiamento ogni volta che sta per iniziare una nuova competizione in cui si deve raggiungere una certa distanza o superare un record personale.
L’applicazione The Gone On My Catwalk è (finalmente) disponibile sia su iTunes per Apple che su Play Store di Android.

Per ulteriori informazioni, visitate il sito www.hellyhansen.com

SI TORNA A NAVIGARE SUL LAGO DI VARESE


SI TORNA A NAVIGARE SUL LAGO DI VARESE: DA SABATO 7 GIUGNO RIPARTONO LE CROCIERE DA GAVIRATE http://www.navigareinlombardia.it/itinerari/lago-di-varese-itinerari-panoramici-del-lago/

Si torna a navigare: sabato 7 giugno con partenza e arrivo a Gavirate, ripartono le crociere sul lago di Varese. Il battello rimarrà in servizio fino a domenica 28 settembre. Sarà ancora il Consorzio Navigare l’Adda a gestire il servizio, tramite una convenzione firmata con Provincia di Varese. L’obiettivo è quello di consolidare la navigazione sul lago di Varese e l’incentivazione del turismo e valorizzazione del territorio. L’imbarcazione utilizzata è a propulsione ibrida, con portata massima di 24 passeggeri. Il percorso di navigazione prevede la partenza a Gavirate con fermate all’Isolino Virginia, Bodio Lomnago, Schiranna, Isolino Virginia e arrivo a Gavirate. A richiesta potrà essere effettuata sosta a Biandronno.
Le crociere si svolgeranno ad orari programmati: 2 il sabato pomeriggio (14.45 e 17.30) e 3 la domenica (10; 14.45; 17.30). La bigliettazione sarà di competenza del Consorzio Navigare l’Adda. Per prenotazioni chiamare 02-92273118. Il biglietto si pagherà a bordo. La bigliettazione a terra e nei punti di attracco, invece, verrà effettuata solo in caso di posti liberi non prenotati.
Le tariffe sono le seguenti:
Adulti € 10, Ridotti € 8 (under 10 e over 65 ), Under 6 gratuito
Si possono poi prenotare crociere esclusive diurne e serali e il costo equivalente sarà quello del battello a pieno carico.
Info sul sito del Consorzio www.navigareinlombardia.it o all’indirizzo mail info@navigareinlombardia.it